Domenica, 23 Luglio 2017

News dall'Oratorio

E’ un 2016 di novità e conferme per l’Oratorio Santa Croce. “Con i Giovani per i Giovani”: questo è quello che facciamo in Oratorio e anche quest’anno abbiamo lavorato per far crescere la nostra famiglia di ragazzi offrendo loro molte proposte educative e di tempo libero.
Il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco è stato il tema conduttore delle attività pastorali e l’oratorio è diventato sempre più centro aggregante e fucina di idee e talenti.
Dopo la Festa dei Ragazzi e la Festa dei Giovani, svoltesi a Jesolo i ragazzi dell’Oratorio si sono organizzati per dare vita alla terza edizione del “Dai che ci Credo!”, il talent show dell’oratorio che da esperienza parrocchiale ha già aperto i battenti a molti giovani del vicariato e delle parrocchie vicine.
Siamo stati premiati da un’ottima affluenza di concorrenti e pubblico che ci ha seguito non solo dalla sala dell’Alcione ma un po’ da tutto il mondo grazie la diretta streaming.
Proseguono durante il periodo scolastico gli incontri di catechesi per bambini e ragazzi e grande è stata l’attenzione e la cura per i gruppi adolescenti che partecipano numerosi.
Positiva anche la proposta della messa domenicale delle ore 19 (sospesa nel periodo estivo) animata da un gruppo di giovani dell’Oratorio che con disponibilità e attenzione aiutano a pregare con il canto.
Tutto il mese di luglio l’oratorio si anima nei mille colori del GREST, esperienza educativa e di aggregazione sulla tematica della Misericordia declinata grazie all’avvincente storia “Edelon e la porta straordinaria” nelle parole “Prendersi Cura”.
Un’altra novità dell’estate 2016 è il CINEORATORIO, il cinema all’aperto dell’Oratorio Santa Croce. Nato da un’idea di alcuni animatori che organizzandosi hanno formato una squadra che monta ogni sera un vero e proprio cinema all’aperto con tanto di mega schermo ad alta risoluzione ed impianto audio di qualità.
Sempre nel mese di luglio, anche grazie al contributo della comunità, accompagneremo alcuni nostri ragazzi alla Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia, bellissima occasione di incontro e condivisione con i giovani di tutto il mondo e un’opportunità di confronto e profonda riflessione.
Siamo sicuri sarà per ogni giovane un’esperienza indimenticabile.
Non sono mancati i campi per le elementari, le medie, la terza media, i primi anni delle superiori, i campi scout.
I Salesiani e le Figlie di Maria Ausiliatrice, insieme ai giovani animatori cercano di non dimenticarsi di nessuno.
Durante il 2016 sono stati effettuati anche alcuni interventi di adeguamento strutture, per offrire ai giovani spazi più sicuri e confortevoli in cui stare.
Tra questi interventi vogliamo ricordare lo “Spazio Giovani” sopra il teatro Alcione che sta diventando punto di incontro e base operativa per alcuni giovani che, accogliendo la provocazione di Papa Francesco, vogliono avere il coraggio di guardare oltre la recinzione dell’oratorio stesso;
l’allestimento della nuova cucina che ha permesso di cucinare professionalmente durante il grest e si prepara per essere utilizzata per le diverse feste comunitarie che l’oratorio pone in essere.
Per una maggiore sicurezza sono stati installati due nuovi pali di illuminazione dello spazio gioco all’aperto con nuovi fari led che garantiscono maggiore illuminazione a consumi ridotti.
Ma se l’Oratorio è sempre più un punto di ritrovo per i giovani e le famiglie dobbiamo ringraziare tutti coloro che hanno dato, danno e daranno la loro disponibilità per sostenere le innumerevoli iniziative che ogni anno nascono e si sostengono.
Un grazie speciale anche a tutti coloro che hanno offerto un piccolo contributo economico o che più semplicemente hanno deciso di donare il 5x1000 proprio all’Oratorio Santa Croce.
Questi raccontati sono solo alcune delle tante cose che in oratorio portiamo avanti per dire che per noi è importante “Prendersi cura” delle persone cui vogliamo bene.
SPAZIO ai GIOVANI allora perché, accompagnati da adulti autentici, possano prendere il bello del passato e renderlo presente colorando di speranza questo nostro mondo.

 

don Francesco

incaricato dell'Oratorio